Cagliari, Pavoletti: «Ho pensato di andar via. Semplici è un burberone»

Condividi su:

Pavoletti 300x182 - Cagliari, Pavoletti: «Ho pensato di andar via. Semplici è un burberone»

Neteller 2 - Cagliari, Pavoletti: «Ho pensato di andar via. Semplici è un burberone»

Leonardo Pavoletti parla della passata stagione e fissa gli obiettivi per quella che si appresta ad iniziare: le sue dichiarazioni

Leonardo Pavoletti è intervenuto dal ritiro del Cagliari in conferenza stampa.

DENTRO IL PROGETTO «Mi sento più dentro sicuramente rispetto all’inizio dell’anno scorso. Per tanti ero un incognita dopo l’infortunio e non sapevano come avrei reagito aa questo colpo. Sono stato bravo e lucido ad aspettare la mia opportunità I tre momenti più belli nelle 100 presenze? Il gol di Firenze del primo anno, il secondo anno la nascita di mio figlio e infine l’ultimo gol a Benevento».

ANDARE VIA«A gennaio scorso è stata davvero dura, perché stavo bene ma stavo in panchina. A gennaio ho pensato di andare via da Cagliari. Poi abbiamo aperto gli occhi. Per fortuna alla fine alcune situazioni per trasferirmi non le abbiamo chiuse e sono rimasto con la paura di perdere anche un altro anno. Con due anni fermi sarei stato una certezza come giocatore finito e invece io volevo dare una sterzata. Era l’unico motivo che mi avrebbe spinto lontano da Cagliari. Ma la mia volontà è di stare qui, credo molto in questa società. Nel futuro può essere un club ad alto livello, mi piacerebbe farne parte».

RAPPORTO CON SEMPLICI «Il mister è fiorentino, è burberone, ti dice le cose con il cuore. Non ha secondi fini. A lui piace il dialogo. Se difendo dei compagni è per capire se abbiamo intuito i giusti movimenti».

DALBERT «Io sono sempre più legato a quelli che ho, il legame umano che si crea nello spogliatoio è importante. Specie dopo una stagione complicata come quella scorsa».

LE DICHIARAZIONI SU CAGLIARINEWS24

L’articolo Cagliari, Pavoletti: «Ho pensato di andar via. Semplici è un burberone» proviene da Calcio News 24.

Fonte: Calcionews24.com

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *